UN FATTORE CHIAVE PER LE IMPRESE: L’INNOVAZIONE.

Innovation
  1. aro

UN FATTORE CHIAVE PER LE IMPRESE: L’INNOVAZIONE.

Si parla tanto di innovazione. Sarebbe corretto dire che se ne parla sempre di più. E a buona ragione.
Si tratta di una keyword tra le più utilizzate quando si entra in campo industriale, ma non solo:
è un tema che coinvolge qualsiasi realtà d’impresa, produttiva o di servizio.
Molte volte se ne parla avendo in mente la tecnologia. Quest’ultima, infatti, incarna l’idea di innovazione sia perché ogni novità tecnologica aiuta a sviluppare nuovi strumenti sia perché la tecnologia è un esempio di materia in continuo cambiamento: stabilisce un nuovo traguardo, lo raggiunge, lo supera e individua il successivo.

Ma cos’è davvero l’innovazione?
Letteralmente, innovazione significa novità, rinnovamento.
Rimanda quindi a qualcosa che prima non c’era o, semplicemente, era diverso.
L’economista Joseph Schumpeter la descrisse come “l’imposizione di un cambiamento tecnico
o organizzativo anche per via della sua invenzione”.
Con questo pensiero, accompagnò l’introduzione del concetto di innovazione come parte
integrante della teoria economica.

L’importanza dell’innovazione per le imprese.
Per le PMI (ma anche per la grande impresa), innovare è fondamentale per la sopravvivenza e il successo perché:
- permette di mantenere o creare un vantaggio competitivo tramite prodotti, procedimenti o servizi rivolti al futuro;
- consente l’accesso a nuovi mercati (esistenti o in divenire);
- aumenta l’attrattività o l’ampiezza dell’offerta;
- valorizza l’impresa rispetto alla concorrenza.

Innovazione non è solo introduzione di nuove tecnologie.
Altrettanto importante è l’innovazione dei processi, quella che ha a che fare con i modelli organizzativi o con i metodi operativi dell’azienda. Ogni nuova strada che porti vantaggio merita a pieno titolo di entrare nella definizione di innovazione.

Per le imprese italiane l’innovazione è una priorità.
Le imprese italiane sentono la necessità di innovare, ne comprendono l’importanza e assegnano
all’innovazione un ruolo chiave nelle loro strategie. Lo testimonia uno studio recente sviluppato da Ayming*:
- per il 60% l’innovazione è una priorità;
- per il 35% è comunque un elemento molto importante.

Le aree di innovazione maggiormente curate sono:
- innovazione di prodotti o servizi (79%);
- innovazione di processi o procedure (58%);
- innovazione a livello organizzativo (29%).

Interessanti sono le indicazioni delle ragioni per cui si investe in innovazione:
- per aumentare la competitività (18%);
- per migliorare i prodotti (16%);
- per acquisire efficienza (16%);
- per aumentare la customer satisfaction (12%).

Tra gli indicatori, manca una voce molto rilevante: la diversificazione del business.
Quest’ultimo è un elemento spesso tenuto in grande considerazione dalle imprese internazionali,
che mirano a muoversi su più mercati e su pubblici diversi. E potrebbe essere un punto di forza
anche per le PIM italiane, una spinta verso la distintività e la solidità.

L’innovazione sulla carta.
Chi produce soluzioni legate alla carta non può non considerare l’innovazione come il fulcro
del proprio business attuale e futuro. Sembra quasi una contraddizione: la carta è un elemento “antico” e si potrebbe pensare che il suo utilizzo sarà sempre più limitato e che la sua capacità di rinnovarsi sia ristretta.
Ma è proprio dal connubio tra carta e tecnologia che nascono i prodotti e i servizi del futuro.
Chi si muove in settore fortemente caratterizzato dalla carta, come quello delle etichette,
ha davanti a sé la sfida dell’innovazione: a partire dai processi, dai metodi di produzione,
dall’approvvigionamento energetico, dalla sostenibilità, dalle nuove tecnologie, dalle esigenze future.
Lavorare con un materiale antico significa guardare avanti e costruire il futuro.
In fin dei conti, Philip Kotler, il guru del marketing, disse: “Se tra cinque anni la tua azienda farà
ancora quello che fa oggi, sarà destinata a fallire”,
Innovare è parte del DNA di Gruppo Aro. Un punto fisso che, nei prossimi mesi, nei prossimi articoli, metteremo in mostra sempre di più.

*(Fonte Barometro sulla Gestione e il Finanziamento dell’Innovazione all’interno delle imprese italiane,
sviluppato da Ayming in partnership con Airi, Associazione Italiana per la Ricerca Industriale, Andaf,
Associazione Nazionale dei Direttori Amministrativi e Finanziari, e Spring, Cluster Tecnologico Nazionale della Chimica Verde.)

UN FATTORE CHIAVE PER LE IMPRESE: L’INNOVAZIONE. / 06 Maggio 2019